Sostanze anticancro nell'olio extravergine
Nell'olio extravergine di oliva e nelle olive sono state scoperte alcune sostanze che, messe a contatto con le cellule tumorali, ne bloccano immediatamente la moltiplicazione: impediscono, quindi, al cancro di crescere.
La ricerca medico scientifica, condotta dagli esperti dell'Università di Granada, in Spagna, è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista di oncologia Bmc Cancer (www.biomedcentral.com). Gli scienziati spagnoli, in laboratorio, hanno separato l'una dall'altra, tra le 500, alcune sostanze che compongono l'olio extravergine di oliva (prodotto ricavato naturalmente dalle olive per semplice spremitura in frantoio). Hanno poi sottoposto all' azione dei singoli composti alcuni campioni di cellule di tumore al seno.
In questo modo hanno scoperto che le sostanze contenute nell'olio extravergine di oliva, i lignani e i secoiridoidi, messi a contatto con le cellule tumorali ne bloccano immediatamente la moltiplicazione.
Dai ricercatori è stato messo in risalto che queste importanti sostanze, non sono presenti negli oli di oliva meno pregiati, che sono ricavati con trattamenti industriali come la somministrazione di calore (il calore viene utilizzato dalle raffinerie, nel processo per abbassare acidità ed eliminare altri difetti come cattivi odori ecc.) o l'aggiunta di solventi chimici.
I lignani e i secoiridoidi, proseguono gli esperti, sono presenti anche nelle olive, ma a concentrazioni meno elevate: per questo, concludono, è senza dubbio utile usare regolarmente a tavola l'olio extravergine di oliva e mangiare spesso questi frutti.
Spremuta di olive in pillole contro la psoriasi
Sono ancora in corso gli studi clinici ma sembra che questa nuova possibilità di curare in modo naturale la psoriasi sta ottenendo degli ottimi risultati.
Lo scienziato scopritore di questa nuova cura a base di succo di oliva concentrato in una pillola è un Italiano, si chiama Roberto Crea, nato in Calabria. Oggi vive da oltre 25 anni negli Usa dove ha fondato la CreAgri Inc studiando e brevettando le proprietà benefiche delle olive. Un rimedio naturale contro la psoriasi, malattia della pelle che affligge due milioni e mezzo di italiani e ben 120 milioni di persone nel mondo.
Cosa è la psoriasi? E' una malattia infiammatoria della pelle, non infettiva, solitamente di carattere cronico e recidivante. La malattia si manifesta con papule e placche eritematose ben delimitate ricoperte di scaglie argentee o opalescenti
(Maggiori informazioni sulla malattia sono disponibili su Wikipedia.org).
Le olive, che sono il frutto dal quale si estrae olio di oliva che rappresenta il condimento principale della dieta mediterranea, contengono ben 300 volte in più polifenoli e biopolifenoli che nell'olio extravergine d'oliva ottenuto dopo la loro lavorazione in frantoio (infatti tale sostanze vengono perse in quantità maggiori nell'acqua di vegetazione).
Grazie ad una nuova tecnologia americana, queste sostanze vengono separate e trasformate in polvere. Una capsula contiene l'equivalente in polifenoli di un quarto di litro d'olio extravergine di oliva.
Diversi studi avevano già sottolineato i benifici delle sostanze sopra citate ma un concentrato cosi elevato racchiuso in una capsula di biopolifenoli che hanno una potente azione antinfiammatoria, antiossidante e regolano il sistema immunitario rafforzandolo, non poteva che dare esiti positivi contro questa fastidiosa malattia della pelle.
Anche questa volta le meraviglia di questo frutto potrebbero dare una speranza in più a quei pazienti che soffrono di psoriasi. Il nome dato a questo integratore a base di succo di olive è Olivenol che dovrebbe essere disponibile in Italia entro l'anno.
Olio di oliva extravergine fresco, antinfiammatorio naturale
Olio e salute, le sostanze utili alla nostra salute contenute nell'olio extravergine sono molte, meglio però se l'olio è fresco di annata.
C' è una sostanza (Oleocantale - oleocanthal) che funge da antinfiammatorio naturale contenuta nell'olio extravergine di oliva fresco. Sulla prestigiosissima rivista scientifica Nature, è stata pubblicata, la scoperta fatta dai chimici del Chemical Senses Center di Philadelphia.
La sostanza scoperta (oleocanthal), ha effetti simili a quelli del componente anti-infiammatorio non-steroidale dei farmaci contro il dolore, inibendo la ciclossigenasi (COX), un enzima che svolge un ruolo principale nei meccanismi infiammatori.
La scoperta, come tante altre, è avvenuta per caso, infatti Gary Beauchamp (principale autore dello studio) durante una degustazione d'olio in Sicilia, aveva avvertito un leggero pizzicore alla gola (fenomeno che si avverte quando viene ingerito olio appena franto, l'olio extra vergine nuovo ).
Secondo le sue dichiarazioni, la senzazione che avvertí durante l'assaggio dell'olio extravergine fresco, è identica a quella che si sente di solito quando si assume l'ibuprofene, un diffuso antinfiammatorio.
Da quell'episodio nasce la curiosità, insieme ai suoi collaboratori, di analizzare l'olio di oliva fino all'indentificazione della sostanza denominata poi Oleocantale (oleocanthal). Secondo questa ricerca è emerso che, 50 grammi di olio extravergine di oliva al giorno equivalgono al 10% della dose di ibuprofene raccomandata come antidolorifico per gli adulti.
Questa scoperta non fa altro che confermare quello che per molti anni, i maggiori esperti di olio di oliva hanno sempre saputo, le proprietà benefiche ottenute dall'uso dell'olio di oliva nella dieta mediterranea. Questa scoperta non servirà certo ad eliminare il mal di testa ma gli scienziati scopritori di questa sostanza sostengono che l'infiammazione assume un ruolo importante contro le malattie croniche come l'ictus, l'infarto e il cancro al seno e ai polmoni.
Insomma ci sono ormai tanti motivi utili per abbracciare la dieta mediterranea e scegliere l'olio extravergine come condimento insostituibile per i nostri piatti.
Residui delle olive
Dai residui delle olive, normalmente gettati via dopo la produzione di olio, grazie a una scoperta australiana sara possibile produrre un efficace farmaco per chi soffre di disturbi cardiaci.
Scienziati dell'universita Charles Sturt e dell'Istituto di ricerca cardiaca hanno studiato i benefici effetti anti-infiammatori delle scorie di olive. La polpa residua contiene oltre 100 antiossidanti, diversi dei quali hanno efficacia nel frenare l'indurimento delle arterie, o arteriosclerosi, che si associa con le cattive condizioni del cuore. Hanno anche dimostrato di abbassare la pressione sanguigna e i livelli di zucchero nel sangue.
Il composto più attivo e un flavonoide chiamato luteolina. "E' molto eccitante scoprire che qualcosa che finora era considerato un rifiuto abbia proprietà terapeutiche", ha detto alla radio Abc il chimico Paul Prenzler, che guida la ricerca e ne ha presentato i risultati alla Conferenza internazionale sui polifenoli nella nutrizione, tenutasi nei giorni scorsi a Malta.
Gli studiosi sono ora alla ricerca delle migliori applicazioni della luteolina, da sola come base di farmaci per malattie di cuore, oppure come additivo nel cibo.
L'olio d'oliva è noto come buona fonte di antiossidanti nella dieta, composti che si trovano anche nel vino rosso e nel te . Solo il due percento degli antiossidanti nel frutto finiscono tuttavia nell'olio, mentre il 98% rimane nella polpa residua, osserva Prenzler.
Gli effetti sulla salute..
L'olio d'oliva, per quelli che praticano sport, è in grado di mantenerli in forma e al massimo delle loro energie. E' fondamentale anche per bimbi ed anziani, perché limita la perdita di calcio osseo ed è molto digeribile l'olio extravergine di oliva si caratterizza per la sua fragranza ed il suo sapore che lo privilegiano fra tutti gli altri oli vegetali e lo rendono particolarmente gradito al palato.
* La sua digeribilità è elevatissima in quanto stimola le secrezioni gastroenteriche predisponendo l'organismo ad una migliore digestione;
* Fornisce protezione alle mucose dello stomaco.
Ha precise azioni locali emollienti, cioè protettive, disinfiammanti e di stimolo:
1) sulla mucosa che riveste la superficie interna dello stomaco e dell'intestino;
2) sul fegato per una maggior produzione di bile;
3) sulla cistifellea che provvede a riversare la bile nell'intestino;
4) sul pancreas per la produzione di maggiori quantità di enzima digestivo.
E' capace di un' efficace azione protettiva sia verso la gastrite che verso l'ulcera gastrica.
* Assicura al corpo la giusta dose di acido linoleico;
* Agisce positivamente nelle malattie delle vie biliari;
* Non intasa le arterie, in quanto contribuisce a ridurre l'eccesso di colesterolo nel sangue stimolando le secrezioni biliari;
* Permette il più elevato assorbimento di vitamine, in particolare della E;
* Svolge sull'intestino un'azione di regolazione sulla peristalsi che può essere vantaggiosamente sfruttata tanto nelle stitichezze atoniche, quanto nelle stitichezze spastiche del colon irritabile;
E' particolarmente adatto nell'alimentazione adatto nell'alimentazione dell'infanzia per la sua composizione acidica che lo rende molto vicino alla composizione del grasso materno;
* Nella senescenza, in cui non è infrequente osservare la presenza di turbe dell'assorbimento con carenze multiple vitaminiche e minerali, l'olio di oliva trova indicazione sia per la facile digeribilità che consente anche un migliore assorbimento delle vitamine liposolubili, sia per l'azione blandamente lassativa che corregge frequentemente stitichezza atonica di questa età;
* Sopporta benissimo le fritture in quanto la sua temperatura critica (quella della deformazione molecolare) è di circa 210/220 gradi. Non modifica, se non in minima parte, la propria composizione di acidi grassi dopo un trattamento termico anche della durata di 3 ore a 200 gradi.
Gli oli vegetali "generici" vanno incontro alla formazione di perossidi e di polimeri che possono provocare lesioni al fegato, ai reni, allo stomaco ed all'apparato cardiovascolare.
Lebbra delle Olive, "forse" rinvenuto un clone resistente
Nelle zone olivicole dove è diffuso il cultivar Ottobratica, questa notizia se confermata, sarà accolta con grande ottimismo. Da oltre 10 anni queste piante hanno subito inesorabilmente la malattia della Lebbra, compromettendo il raccolto e la qualità del prodotto, cosicchè gli agricoltori scoraggiati, hanno impiantato nuovi cultivar resistenti alla Lebbra. IL clone resistente, denominato "Ottobratica Calipa" è stato individuato dal Centro di divulgazione dell'Agenzia regionale per lo sviluppo e i servizi in agricoltura ( Arssa) di Gioia Tauro, le piante ottenute, soggette alla ricerca, sono entrate in produzione presentando un'ottima resistenza alla Lebbra, rispetto alle varietà tradizionali.
image
image
image
image

L’ olio di oliva è tra tutti gli olii vegetali quello a più alto grado di digeribilità da parte dell’ organismo umano. Oltre ai trigliceridi e grassi polinsaturi, contiene infatti sostanze antiossidanti come vitamina E, polifenoli, fitosteroli, clorofille e carotenoidi, che esplicano un’azione protettiva per il nostro organismo. Grazie a questi elementi l’ olio extravergine di oliva può contribuire a bloccare l’attività dei radicali liberi, cioè i composti chimici responsabili dell’invecchiamento delle cellule.
L’ olio d’ oliva fornisce anche un ottimo apporto di vitamina A e grazie a ciò l’ extravergine di oliva impedisce la secchezza delle mucose e rallenta l’invecchiamento della pelle.
La presenza di significativi livelli di vitamina D, permette una buona assunzione del calcio nell’ intestino e una conseguente buona attività contro la decalcificazione ossea negli anziani.
La sua elevata digeribilità gli consente di essere considerato un ottimo veicolatore di sostanze antiossidanti e vitaminiche presenti in altri alimenti ed in sua assenza difficilmente assimilabili.
La sua ricchezza di grassi di origine vegetale è molto importante per dare energia e salute al nostro prezioso organismo. Non a caso, infatti, l’ extravergine di oliva rientra nelle composizioni di diversi prodotti cosmetici, come detergenti, emulsioni e shampoo.

image

Sostanze anticancro nell' olio extravergine

Nell'olio extravergine di oliva e nelle olive sono state scoperte alcune sostanze che, messe a contatto con le cellule tumorali ne bloccano immediatamente la moltiplicazione: impediscono, quindi, al cancro di crescere.

Leggi tutto >>>
 
image
  Spremuta di olive in pillole contro la Psoriasi

Sono ancora in corso gli studi clinici ma sembra che questa nuova possibilità di curare in modo naturale la psoriasi stà ottenendo degli ottimi risultati.

Leggi tutto >>>
image
Olio extravergine fresco, antinfiammatorio naturale

Olio e salute, le sostanze utili alla nostra salute contenute nell'olio extravergine sono molte, meglio però se l'olio è fresco di annata. C' è una sostanza (Oleocantale - oleocanthal) che funge da antinfiammatorio naturale contenuta nell'olio extravergine di oliva fresco.

Leggi tutto >>>
 
image
  Residui delle olive

Dai residui delle olive, normalmente gettati via dopo la produzione di olio, grazie a una scoperta australiana sara possibile produrre un efficace farmaco per chi soffre di disturbi cardiaci. Scienziati dell' Universita Charles Sturt e dell' Istituto di ricerca cardiaca hanno studiato i benefici effetti anti-infiammatori delle scorie di olive.

Leggi tutto >>>
image
L'olio d'oliva, effetti benefici alla salute e alla forma fisica

L'olio d'oliva possiede caratteristiche nutrizionali molto importanti per l'organismo umano. Questi ne fanno un alimento indicato per tutte le età. In particolar modo, la sua composizione bilanciata rende questo alimento consigliabile ai giovani e sportivi, che praticano intensamente attività sportive

Leggi tutto >>>
 
image
  Lebbra delle Olive, "forse" rinvenuto un clone resistente

Nelle zone olivicole dove è diffuso il cultivar Ottobratica, questa notizia se confermata, sarà accolta con grande ottimismo.

Leggi tutto >>>
image
Lubrifica la tua mente con l'olio d'oliva

L'olio d'oliva da una recente ricerca scientifica sembra che lubrifica la mente. Infatti ci protegge dai radicali liberi e dall'invecchiamento cellulare che nella nostra vita quotidiana sono più frequenti a causa delle onde elettromagnetiche (telefonini e computer in prima fila).
 
image


image